7
Apr
2015

Mindfulness: come ritrovare la pace mentale in 10 minuti

Una delle tecniche antistress più in voga negli ultimi tempi è senza dubbio la Mindfulness; in una società come la nostra, saper vivere nell hic et nunc, nel qui ed ora, è una sfida quotidiana ma anche e soprattutto una necessità. Scopriamo insieme come si può riprendere consapevolezza dei propri pensieri in soli 10 minuti.

Per approfondire: Metodo mindfulness: 56 giorni alla felicità, Dovunque tu vada ci sei già, Il programma mindfulness.

aforisma-mindfulness

Per approfondire un tema che suscita sempre maggiore interesse, Abbiamo chiesto di cosa si tratta alla Dott.ssa Dalila Ciccarelli, esperta di Mindfulness, psicologa e psicoterapeuta cognitivo comportamentale specializzata nel trattamento di disturbi d’ansia e dell’umore.

 

Che cos’è la Mindfulness?


La Mindfulness è essenzialmente una tecnica per focalizzare l’attenzione su ciò che accade nel presente, letteralmente significa piena attenzione, ossia una piena attenzione e piena presenza all’esperienza del momento, al qui ed ora. Nel momento in cui si applica la mindfulness, si diventa testimoni dei propri pensieri, delle proprie emozioni e percezioni che accadono in quel momento.

 

Quali benefici è possibile ottenere praticando la Mindfulness?


I benefici sono numerosi e soprattutto comprovati scientificamente: la Mindfulness permette di ridurre l’ansia, diminuire il livello stress, di regolare la pressione sanguigna ma anche di migliorare il livello di benessere ed aumentare il buonumore. Jon Kabat Zinn, medico e principale esponente a livello mondiale di questa pratica, ha ideato dei veri e propri protocolli di riduzione dello stress basati sulla Mindfulness (Stress Reduction Mindfulness BasedMBSR ) che ad oggi negli Stati Uniti vengono applicati sia nel contesto ospedaliero, che scolastico ed aziendale per la prevenzione dello stress.

Qual è la differenza tra Mindfulness e meditazione?


La differenza tra Mindfulness e meditazione consiste in sintesi nel fatto che la prima porta la persona a concentrarsi su un focus specifico mentre la meditazione è uno stato di osservazione indifferenziata e non ha uno specifico focus d’attenzione.

L’obiettivo della Mindfulness è l’essere presenti nel qui ed ora in forma consapevole. Quando siamo presenti in forma consapevole nel qui e ora il livello del nostro benessere aumenta; è importante evidenziare che questa forma di consapevolezza non è né un processo né un’attività mentale poiché la consapevolezza precede la mente: consapevolezza non è nel momento in cui pensiamo ma nel momento in cui ci accorgiamo che stiamo pensando.

Come si pratica la Mindfulness?


Gli esercizi di Mindfulness sono numerosi ma per iniziare uno dei più piacevoli e immediati per apprezzarne gli effetti è l’esercizio di focalizzazione sul respiro. Innanzitutto è consigliabile praticare le prime sedute di Mindfulness solo dopo aver svolto un’attività fisica che abbia lasciato la persona piacevolmente stanca e rilassata.

Approcciarsi a questi esercizi da agitati e tesi può essere controproducente, soprattutto le prime volte. Fondamentale poi è trovare un posto confortevole e tranquillo dove poter stare comodamente seduti e dove si è sicuri che nessuno possa disturbarci.

Preparazione:

a) Per praticare correttamente l’esercizio è consigliabile mantenere la spina dorsale diritta, il collo diritto e la testa come fosse legata ad un filo con il mento leggermente abbassato

b) Le braccia sono rilassate con i gomiti a contatto con il corpo e le mani delicatamente appoggiate sulle cosce

c) Gli occhi sono chiusi, così come le labbra, chiuse ma rilassate

Passo 1.

Una volta seduti comodamente affida la percezione ed il peso del tuo corpo alla sedia o alla poltrona che ti sostiene. Concentrandoti completamente sulla sensazione del tuo corpo seduto le spalle ed i muscoli si rilassano.

Passo 2.

Distogli la tua attenzione dall’attività mentale, dai tuoi pensieri, dal passato e dal futuro e concentrati solo sull’atto del respirare. Il tuo respiro ti accompagna nel presente, accade solo nel qui ed ora. Il respiro deve essere il più naturale possibile, riempie il ventre ma in modo gentile e non sforzato. Questa attenzione al respiro assorbirà a tal punto la tua attenzione che i pensieri passeranno in secondo piano.

Questo semplice esercizio, che può durare anche solo 10 minuti, tranquillizza la mente, rimette in equilibrio le diverse funzioni cerebrali, aiuta ad assaporare il qui ed ora senza fretta.

E’ possibile trasformare i compiti quotidiani in momenti di consapevolezza?


Assolutamente si! La Mindfulness non è qualcosa che si deve praticare solo 10 minuti al giorno. Può diventare parte della nostra routine semplicemente facendo un po’ di attenzione alle normali attività mentre vengono praticate. Consapevolezza significa essere presenti in questo momento. Si può fare mentre siete seduti su una sedia, quando fate shopping o bevete una tazza di caffè, mentre mangiate o passate del tempo con le persone a voi care. Tutte queste situazioni sono opportunità per esercitare la Mindfulness, per essere consapevoli.

Per approfondire: Metodo mindfulness: 56 giorni alla felicità, Dovunque tu vada ci sei già, Il programma mindfulness.


  Piaciuto l’articolo?

Lascia un commento oppure sostieni il blog condividendolo sui social network, te ne sarò enormemente grato!