29
Giu
2015

Parlare in pubblico senza stress: 8 consigli per una performance strepitosa

Affrontare un discorso davanti ad un pubblico (anche piccolo) può essere una notevole fonte di stress; abbiamo selezionato per te 8 consigli per lasciare il tuo pubblico a bocca aperta… Senza stressarti!

aforisma_emerson

Risorse consigliate: Come parlare in pubblico e convincere gli altri, Solo applausi, Libera la tua voce

Alcune volte è inevitabile trovarsi di fronte a una platea, e soprattutto dover ottenere da questa approvazione. C’è chi parla in pubblico per mestiere – si pensi ad un insegnante o un formatore -, ma anche chi si trova a doverlo fare una tantum: presentare un progetto nella propria azienda, salutare il collega che va in pensione, partecipare al consiglio scolastico dei propri figli. Esperienze diverse con un numero di ascoltatori variabile, ma non cambia la sostanza della performance da sostenere:

  •  Catturare l’attenzione di chi ci ascolta
  •  Esporre l’oggetto della nostra presentazione in maniera chiara e sintetica
  •  Convincere gli ascoltatori ad agire.

 Tutto questo, può rappresentare un elemento di stress notevole, soprattutto perché la novità dell’evento ci conduce al di fuori della nostra zona di comfort.
Per limitare tale condizione stressante esistono tuttavia degli accorgimenti che, se ben applicati, ci consentono di ottenere prestazioni brillanti.

Lo stress come tensione positiva

Abbiamo chiesto alcune indicazioni ad Ivan Ottaviani, primo Distinguished Toastmasters italiano.
Il Toastmasters International, organizzazione no profit diffusa tramite club presenti in tutto il mondo si occupa di aiutare i membri a migliorare le proprie doti di comunicazione e le competenze di leadership.

Ivan ci spiega innanzitutto che le performance pubbliche, ancor più di altre, richiedono di utilizzare, ma non di eliminare il naturale stress che si crea ed è importante per una buona riuscita.

Lo stress si può definire anche come tensione: occorre concentrare tutta la tensione fino al momento inziale, al pari di un arco teso al massimo un attimo prima di scoccare la freccia. Quel momento di tensione concentrata è fondamentale perché si liberi tutta l’energia necessaria al momento del tiro e trasmettere l’entusiasmo necessario a non annoiare il pubblico.

Per liberare tale potenziale, il passo imprescindibile è la fase della preparazione: un discorso si prepara e non si conduce a braccio, proprio come un atleta che prepara per mesi la sua gara, e di certo non improvvisa. Aver preparato con accuratezza il discorso da proporre è il primo, importante passo per ridurre lo stress correlato, in quanto aver bene in mente cosa vogliamo dire e qual è lo scopo per cui parleremo è fondamentale per tranquillizzarci.

Gli 8 consigli per una performance strepitosa

Solo dopo essere diventati padroni dell’argomento possiamo affidare il nostro successo ad alcuni accorgimenti che ci aiutano ad affrontare il pubblico con il giusto atteggiamento.

Vediamoli insieme:

1-      Impara a memoria la prima frase: un incipit sicuro e immediato cattura immediatamente l’attenzione. Non c’è nulla di più distruttivo di un relatore che prima di iniziare perde tempo a riordinare i suoi appunti e vaga con lo sguardo.

2-      Stabilisci un contatto visivo con tutto il pubblico, cercando di coinvolgere anche chi è in fondo alla sala o in posizione laterale. Concentrati sul pubblico più che su te stesso.

3-       Cerca una posizione di equilibrio: dondolare e appoggiarsi alternativamente su una gamba e sull’altra trasmette un senso d’incertezza e di ansia. Una postura ferma suggerisce invece sicurezza. Aiuta, inoltre, a mantenerci più centrati – e concentrati – sull’argomento.

4-      Inizia il discorso in modo da incuriosire e cogliere l’attenzione: a volte può bastare un aforisma, una citazione, una domanda su cui far riflettere il pubblico o ancora meglio un breve aneddoto.

5-      Respira profondamente prima di inziare (e ricorda di respirare anche durante il discorso) : il respiro calmo e controllato ha il potere di rilassarci, di riportarci ad uno stato di quiete. Inoltre la respirazione aiuta a rilassare tutti i muscoli, aiutandoci ad assumere una postura più morbida e gradevole. Cogli l’occasione di respirare per fare spesso delle pause e viceversa.

6-      Utilizza il linguaggio del corpo: in questo modo puoi rilasciare la tensione accumulata incanalandola in modo positivo con gesti che accompagnano e sottolineano le tue parole.

7-      Visualizza l’evento: per consentire alla nostra mente di entrare in una zona di comfort già nota, nella quale si sente quindi a  suo agio, è utile visualizzare la propria performance nei giorni precedenti nella maniera più precisa possibile: la sala, la disposizione delle sedie, il proprio abbigliamento, il modo in cui ci si muoverà ecc…  E poi cosa si dirà per iniziare e varie opzioni sulla prosecuzione dell’evento.

Quest’operazione è importante perché predispone ad una reazione in funzione di quello che potrebbe accadere, rendendoci ancor più preparati. Non è un segreto che gli atleti che praticano discipline individuali – come la corsa – visualizzano i minimi dettagli della prestazione nei giorni precedenti: in quel momento i muscoli che saranno interessati, pur se in minima parte, si attivano. A maggior ragione lo stesso risultato si ottiene per prestazioni non spiccatamente sportive.

8-      Praticare una leggera induzione ipnotica: ascoltare un audio che abbia tale finalità aiuta a predisporre il corpo e la mente allo stato di tensione ottimale al fine di indirizzare al meglio le energie al momento adatto. Consentirà un rilassamento che aiuterà a gestire la situazione stressante con tranquillità, ma anche con la consapevolezza di avere le necessarie potenzialità dentro di sé per realizzare un’ottima performance. Per scaricare l’induzione ipnotica basta mettere un Like nel box qui sotto:

[sociallocker id=1180]

Scarica l’audio con i consigli e l’induzione ipnotica

[/sociallocker]

L’insieme di questi consigli, uniti ad un’attenta preparazione ed esercizio ti renderanno capace di affrontare il pubblico senza particolari difficoltà e, soprattutto, di trarre dalla tua presentazione il risultato che desideri.
Allora, ti spaventa ancora parlare in pubblico?

Risorse consigliate: Come parlare in pubblico e convincere gli altri, Solo applausi, Libera la tua voce


  Piaciuto l’articolo?

Lascia un commento oppure sostieni il blog condividendolo sui social network, te ne sarò enormemente grato!